lunedì 5 marzo 2012

Piccoli interventi e miglioramento energetico

Molto frequentemente capitano clienti che richiedono piccoli interventi, piccoli adeguamenti alle nuove esigenze familiari, lievi modifiche alla distribuzione interna della casa.
Sono queste occasioni per iniziare a migliorare le prestazioni energetiche e di salubrità della propria abitazione, grazie a piccoli accorgimenti ed alla scelta di materiali sostenibili ottenendo un duplice risultato: un migliore comfort abitativo e una maggiore attenzione all'ambiente.


Nodo cruciale per partire con il piede giusto in occasione dei piccoli lavori è l'analisi iniziale della situazione, dal punto di vista costruttivo ed energetico, dell'edificio su cui si deve operare.

La seconda fase cruciale è sicuramente quella della progettazione, durante la quale ricercare le soluzioni più idonee e rispondenti alle esigenze del committente.
Durante la progettazione è importante mettere particolare attenzione e cura nella scelta dei materiali, delle tecnologie e tipologie costruttive. Tra queste tecniche possiamo citare la realizzazione di massetti e contropareti a secco con l'utilizzo di materiali naturali ed isolanti (fibra di legno, sughero, granulati vari) o ancora la realizzazione di cappotti esterni con materiali sostenibili (fibra di legno, sughero, calcio silicati).




Tutto questo unito ad una corretta e attenta realizzazione durante tutte le fasi del cantiere completano un buon intervento edilizio e, il più delle volte, permette di ottenere discrete migliorie che incidono sul rendimento energetico e la salubrità dell'edificio.

giorgio de luca geometra